Smagliature: consigli e suggerimenti per prevenirle al meglio

Le smagliature sono anomalie del derma, il secondo strato di pelle dopo l’epidermide. Si presentano come striature ben visibili su cosce, glutei, seno o ventre e le cause possono essere molteplici, anche se spesso sono legate a un aumento di peso cui sia seguito un repentino dimagrimento. Non a caso, esse compaiono tipicamente dopo una gravidanza o a seguito di diete piuttosto rigide.

A seconda dei motivi legati all’insorgenza di questo inestetismo, è possibile intervenire in diversi modi per limitarlo al meglio. Tuttavia, di sicuro è fondamentale sapere come prevenire le smagliature per cercare di eliminare sul nascere ogni sua possibile manifestazione.

Trattamenti preventivi e curativi

Innanzitutto, è bene ricordare che la prevenzione gioca un ruolo chiave perché le smagliature, una volta comparse, potranno essere attenuate, diminuendone l’intensità, ma mai eliminate completamente.

Le smagliature sono spesso una problematica che affligge anche chi soffre di cellulite, condizione provocata dal ristagno di liquidi nei tessuti. Per questa ragione, ricorrere a tecniche linfodrenanti come alcuni tipi di massaggio porta risultati piuttosto soddisfacenti, soprattutto agli stadi iniziali o, ancora una volta, a scopo preventivo.

Anomalie del sistema linfatico, gonfiori localizzati e fragilità dei capillari inducono molte donne a sottoporsi a tali massaggi, che certamente offrono un aiuto in più per evitare la formazione di smagliature.

I trattamenti di prevenzione e cura delle smagliature prevedono, inoltre, l’impiego di creme altamente idratanti o contenenti vitamina E. Quest’ultima, infatti, ha un’importante azione antiossidante che rallenta l’invecchiamento dei tessuti, stimolandoli alla produzione di nuove cellule, determinando una pelle liscia ed elastica.

Lo stesso vale per l’acido ialuronico, notoriamente impiegato anche come metodo antirughe: quando la produzione di collagene ed elastina diminuisce, infatti, le smagliature possono comparire con più facilità e l’acido ialuronico contribuisce proprio alla creazione di questi due elementi fondamentali, se naturalmente insufficienti.

Sempre al fine di favorire il formarsi di collagene, molti prodotti contengono anche peptidi vegetali, amminoacidi essenziali per nutrire la pelle. Spesso impiegata è anche la centella asiatica, una pianta naturalmente antinfiammatoria che normalizza gli squilibri della cute. Poi, ovviamente, non devono mancare agenti idratanti quali oli, burro di karité e persino latte d’avena.

I fattori che influiscono sulla formazione delle smagliature

Se in gravidanza controllare l’aumento di peso è molto difficile, si può comunque curare l’alimentazioneaffinché questo non superi il range massimo consigliato dal medico, così da limitare il rischio d’insorgenza delle smagliature.

In condizioni normali, invece, un’alimentazione adeguata sarà fondamentale per non sottoporre la pelle (e l’intero organismo) a uno stress eccessivo. Rompendosi, infatti, le fibre di collagene creano questo inestetismo e l’elasticità del derma ne risente in maniera permanente, così come la sua regolare idratazione.

Infatti, nonostante la maggiore manifestazione della ritenzione dei liquidi sia, senz’altro, la cellulite, anche le smagliature ne sono diretta conseguenza. Dunque, mangiare regolarmente frutta e verdura, controllare il peso e fare costante attività fisica sono le armi migliori per prevenire le smagliature.

In altre circostanze, invece, sopraggiungono fattori ereditari o persino patologie specifiche a inficiare sulla normale elasticità della pelle, quindi si può cercare di frenare la comparsa del disturbo con creme e trattamenti locali. Ne possono essere causa anche disordini endocrini o terapie molto pesanti a base di corticosteroidi, nonché carenze vitaminiche e abitudini dannose come il fumo. In questi ultimi due casi, basterà assumere integratori alimentari ed eliminare un vizio già di per sé pericoloso per la salute per ovviare al problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *