Come prevenire le smagliature

Le smagliature rappresentano l’incubo della maggior parte delle donne poiché esse vengono considerate come inestetiche formazioni cutanee. Le smagliature infatti sono cicatrici della pelle causate da tessuti che hanno perso la loro elasticità. Sono ben visibili a occhio nudo anche se non sono per tutti uguali: alcune persone hanno smagliature lunghe e profonde, mentre altre possono avere formazioni più sottili e superficiali. Anche il colore può variare, specialmente con il passare del tempo: inizialmente sono più rossastre per diventare in seguito sempre più chiare.

Cosa sono le smagliature?

Le atrofie dermo epidermiche, come vengono chiamate in gergo tecnico, sono piuttosto frequenti sia nelle donne che negli uomini e sono molto spesso legate a variazioni del peso ponderale, sia dovute a diete dimagranti, sia conseguenti a gravidanze. Il tempo sicuramente è anch’esso un fattore determinante per la formazione di questi segni poiché la pelle è fisiologicamente portata a perdere le fibre elastiche con una conseguente lassità dei tessuti. Le zone maggiormente colpite sono le cosce, sia interne che esterne, la pancia, specie a livello ombelicale, i fianchi, la parte alta delle braccia e, in particolare nelle donne, il seno per le variazioni ormonali o l’allattamento.

Le smagliature non sono quindi un problema che comporta conseguenze per la salute, ma a livello estetico qualcuno ne vorrebbe fare volentieri a meno. Che cosa si può fare dunque per prevenire, o almeno limitare, la comparsa di questi segni? Vediamo qualche utile consiglio.

I metodi per prevenire le smagliature

Per prima cosa sarebbe bene avere un’attività fisica costante. Lo sport è fondamentale per mantenersi tonici, sia a livello muscolare che a livello di pelle: fare movimento con un’attività di proprio piacimento, come la corsa o il nuoto o qualunque altra forma di allenamento, sarà di giovamento alla vostra linea, alla vostra salute e al vigore dei vostri tessuti, sia interni che esterni.

L’alimentazione è senz’altro un altro aspetto da non sottovalutare. La pelle ha bisogno di un costante nutrimento e, alla pari degli altri organi, anch’essa risente di carenze vitaminiche, minerali o di regimi alimentari con eccessi di zuccheri o alimenti industriali. I cambiamenti ormonali possono inoltre mettere sotto stress l’elasticità della pelle pertanto è bene garantire durante i pasti quotidiani una buona scorta di frutta e verdura. Questi cibi apportano le necessarie vitamine per aiutare la pelle a mantenersi in forma, in particolare il gruppo A, B, C ed E, senza dimenticare elementi quali lo zinco e gli omega 3. Allora via libera a noci, mandorle, semi di girasole, olio extravergine di oliva, pesce e cereali in chicchi, carote, pomodori, spinaci, albicocche, ma anche tè verde per l’alto potere antiossidante… insomma la lista è davvero ampia. Limitare invece carboidrati raffinati e grassi.

Mantenersi idratati. La pelle necessita di tanta idratazione per rimanere elastica e morbida prevenendo così le smagliature. Non solo durante la stagione più calda occorre bere di più, ma anche in inverno è bene ricordarsi di bere almeno 1,5 l di acqua al giorno, dose che ovviamente può essere di gran lunga superiore qualora si svolga un’attività sportiva o in base al proprio peso corporeo.

Evitare diete drastiche. Cali improvvisi di peso sono controproducenti sia per il fisico che per la pelle: improvvisamente viene a meno un eccesso di massa corporea non lasciando il tempo alla pelle di adattarsi e generando così le smagliature.

Infine è utile evitare il fumo e troppi alcoolici: la pelle è altamente sensibile a queste sostanze, accelerando di conseguenza stadi di invecchiamento precoce e inestetismi cutanei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *